.

KORG Wavedrum: la recensione


(Questo utente YouTubbe, HALmotohashi, ha una serie di interessanti clip riguardanti la Wavedrum, li trovate qui)

KORG ha da poco presentato la KORG Wavedrum WD-X, descritta come un "Dynamic Percussion Synthesizer". Rappresenta l'evoluzione, fortunatamente molto più abbordabile, della Wavedrum introdotta nel 1994, e diventata nel frattempo un oggetto quasi di culto.

Un nostro collaboratore, Rob DeLancey, ha acquistato la nuova Wavedrum non appena uscita in Giappone, ed ha passato le ultime settimane a percuoterla in tutti i modi possibili. Ecco la sua recensione della Wavedrum WD-X (si tratta peraltro di una esclusiva mondiale!)

Qualità costruttiva:
dalle foto in giro sembra un giocattolo, ma il rim è fatto di metallo e in realtà è davvero solido. I progettisti hanno valutato con attenzione le qualità acustiche del rim così come le sue qualità strutturali. La base è di plastica, ma in generale l'oggetto appare solido e duraturo.

In uso:
la Wavedrum risponde in maniera simile ad un vera percussione, e a seconda dello stile esecutivo può creare suoni radicalmente differenti. Inoltre preset diversi possono anche modificare completamente la sua risposta. Alcuni sono adatti all'uso di baccheette, altri a quello delle mani.

Non sono un batterista, e le mie mani non sono abbastanza dure per ottenere una buona gamma di suoni dal rim. Ma se per esempio le vostre mani sono in grado di ottenere una buon range di rimshot su una conga, sono sicuro che non avrete alcun problema fare la stessa cosa con una Wavedrum.
Il metodo che nel mio caso funziona meglio è usare la mano sinistra sulla head e tenere una bacchetta lunga nella mano destra, in modo da poter colpire sia rim che head. Questo mi permette di smorzare la head in modo efficace con la mia mano, e comunque ottenere una buona gamma di suoni dal rim.
Sono comunque sicuro che ogni possessore di Wavedrum sarà in grado di individuare uno stile adatto alle proprie esigenze.

Preset:
molti preset sono davvero buoni, ma su altri i progettisti hanno forse voluto dimostrare tutto quello che lo strumento è in grado di fare, con il risultato di creare qualcosa troppo "carico" e poco utile per l'utente finale.
Mi piacerebbe anche che ci fosse un modo per salvare le modifiche alle impostazioni predefinite, per esempio per togliere il delay ai preset che ne hanno troppo.



MIDI (o la sua mancanza):
la prima cosa che tutti diranno leggendo le specifiche tecniche è "cavolo ....... no MIDI?!? Nel 2009!?!"
Beh, penso il punto non sia questo. Per prima cosa, la Wavedrum utilizza il suono acustico di head e rim come input di base, quindi non ci sarebbe modo di utilizzarlo con segnali MIDI.
L'unica cosa per cui l'ingresso MIDI sarebbe utile potrebbe essere il controllo del pitch degli algoritmi che ne fanno uso.
Dal punto di vista del MIDI Out, anche se ci fosse, gli unici dati sarebbero Note On, velocity per head e rim, e un canale di CC dal sensore di pressione. Se state cercando di integrare la Wavedrum con effetti esterni, Note On e velocity sono in ogni caso abbastanza facili da simulare con un envelope trigger o un envelope follower.

Personalmente, ho un grande rispetto per la decisione progettuale di fare della Wavedrum uno strumento vero e integrato, invece di cercare di metterci dentro tutte le caratteristiche possibili e immaginabili.
Se volete un controller MIDI, prendete un Roland Handsonic. Si tratta di un ottimo controller MIDI. Se volete uno strumento, prendete una Wavedrum.
C'è però, una cosa per la quale vorrei che la Wavedrum avesse un qualche tipo di I/O, ne parlerò nella sezione successiva.

WD_rear_633880249458150000.png


Programmazione/patch:
programmare la Wavedrum è molto più semplice di quanto si potrebbe pensare, guardando l'interfaccia minimalista. Ogni suono è costituito da un algoritmo, che prende il suono dal pick-up come input, e da un suono PCM, essenzialmente un campione attivato dalla percussione dello strumento. Ognuno di essi può essere scelto separatamente per head e rim (ci sono anche alcuni abbinamenti prefissati, per simulare gli strumenti veri, in questi casi non si possono fare miscele "alternative").
E' possibile controllare il mix tra i due, in modo da poter utilizzare solo l'algoritmo o solo il PCM se lo si desidera.
Gli algoritmi hanno otto parametri controllabili, ma i parametri sono diversi per ciascuno di essi. In genere sembrano essere davvero ben scelti. E' possibile farli suonare in maniera molto simile agli strumenti veri, ma utilizzando valori estremi si possono ottenere anche sonorità particolari ed elettroniche. I suoni PCM hanno tutti lo stesso set di base dei parametri per il loro controllo.

Gli algoritmi sono tutte incredibilmente espressivi, ma a volte ci vuole un sacco di aggiustamenti per far si che i suoni PCM si integrino con essi senza perdere espressività. Dunque tendo a disattivare i suoni PCM in fase di programmazione. Non dico che sia impossibile farlo bene. Alcune delle impostazioni predefinite sono davvero ben integrate. Ma è un processo laborioso.

Questo mi porta all'unica cosa che considero una debolezza: non c'è modo di caricare le patch. Non c'è modo di condividere le patch su internet in modo da poter imparare da quello che gli altri hanno fatto con lo strumento.
Questa è onestamente l'unica cosa negativa riguardo la Wavedrum; intendiamoci, non è un grosso problema, ma sarebbe stato meglio se i progettisti ci avessero pensato.

Conclusioni:
questo è, senza dubbio, lo strumento elettronico più espressivo e capace di sottigliezze che mi sia capitato di utilizzare. In precedenza, tale titolo spettava per me all' Akai EWI 4000, ma la Wavedrum lo ha sorpassato. Regala la sensazione di suonare un vero e proprio strumento.
Considerando che utilizza il suono reale dei pickup posti su head e rim come input per i suoi algoritmi, penso che in realtà la Wavedrum dovrebbe essere considerata più come uno strumento elettrico, tipo una chitarra elettrica o basso, che come uno strumento elettronico, tipo synth o un trigger di campioni.

46 comments:

fabio on 6 dicembre 2009 19:24 ha detto...

Salve, ho appena acquistato il wavedrum ma vorrei chiederti 2 cose che non riesco a fare: come posso assegnare un suono sulla head un'altro sul rim a mio piacimento? Inoltre come si fa ad accedere ai suoni PCM instrument posti nel retro del foglio Programs?
Grazie anticipatamente
Fabio

AudioNewsRoom on 7 dicembre 2009 14:46 ha detto...

ciao, come riportato nell'articolo, la recensione e' stata curata da un nostro collaboratore statunitense. Al momento non ho lo strumento qui disponibile quindi non posso aiutarti, spero qualche altro lettore possa farlo. Ma il manuale Korg non e' italiano?

Anonimo ha detto...

ciao, grazie per avermi risposto. no il manuale è in inglese anche perchè l'ho acquistato negli usa dato che in italia ne hanno introdotti solo 10 modelli già tutti prenotati e i prossimi in italia saranno disponibili a marzo.l'inglese lo conosco bene ma il manuale non da molte informazioni d'uso e lo strumento non è poi così tanto intuitivo.si parla di 200 suoni 100 su head 100 su rim, poi hanno aggiunto un ulteriore lista di suoni con tanto di numero di riferimento ma il manuale non ne parla. di strumenti elettronici in 25 anni ne ho sperimentati tanti sempre riuscendo nel mio intento, ora riscontro difficoltà.spero nasca un forum che mi possa aiutare
grazie comunque
fabio

Anonimo ha detto...

io l ho comprato ieri in italia... il manuale è cmq in inglese...

in tutti i modi il manuale è abbastanza comprensibile anche per me, che non parlo ingese.
è uno strumento estremamente interessante con tantissime sfaccettature, peccato che non abbiano inserito un paio di cosette che il vecchio modello aveva.. tipo il pedale d espressione. io ho provato il vecchio modello una 15 di anni fa... e aveva mi sa qualcosa di differente anche nei setup degli algoritmi... quello che mi ricordo in particolare è l algoritmo 15 (gong) di cui posseggo un campione che utilizzo da anni nei miei live ...cmq è un ottimo strumento e a parte delle pecche rispetto al vecchio modello ci sono state, per quello di cui mi ricordo, hanno migliorato tantissimo la qualita dei suoni...
sono davvero contento della spesa...

la recensione che hai fatto è stata credo una delle migliori lette sugli strumenti elettronici a percussione, che di solito dimostrano cosa sa fare il dimostratore usando le pacth peggiori...

Anonimo ha detto...

Vorrei rispondere all'anonimo che ha acquistato il wavedrum wd-x in italia : io l'ho acquistato in usa e ovviamente il manuale è in inglese ma, come è possibile che acquistandolo in italia il manuale sia in inglese quando il ns. distributore italiano ESOUND afferma che acquistandolo in italia il manuale è tradotto in italiano e in più scaricabile dal loro sito in pdf ma solo se acquistato in italia?

jodokust on 6 febbraio 2010 00:23 ha detto...

guarda ci sono rimasto male anch io... cmq ora dal negoziante me lo faccioarrivare in italiano.. perchè di sicuro capisco meglio tutte le opzioni...

io volevo fare una domanda in generale per chi l ha integrato in un set di batteria:
come avete affrontato il problema dei rientri?
nell ultimo concerto che ho fatto il suono della chitarra rientrava nel wd x ed a volte o dovuto abbassargli il volume per i fischi... la calibrazione che ho fatto e molto fine...e non rientrano neanche suoni esterni...

jodokust on 6 febbraio 2010 00:23 ha detto...

ps: ero io l anonimo.. non so perchè stavolta mi ha messo il nome...

Anonimo ha detto...

una domanda jodokust, sai indirizzarmi dove si puo' avere o scaricare il manuale in italiano?
grazie anticipatamente.

jodokust on 7 febbraio 2010 05:22 ha detto...

facciao una cosa... la korg ha detto che tra un paio di settimane il manuale sarà scaricabile dal sito.... se è solo per gli utenti che l hanno acquistato in italia, ve lo passo io,...

ma io penso che sarà libero... anche perchè io posso scaricare un sacco di manuali di strumenti che non ho acquistato,....

Anonimo ha detto...

Per Jodokust, ok grazie per la disponibilità. Aspetto che in qualche modo tu mi possa passare il manuale perchè io l'ho acquistato negli usa.Grazie anticipatamente.

AudioNewsRoom on 7 febbraio 2010 11:51 ha detto...

Sono in attesa di una risposta ufficiale di Korg Italia sull'argomento, vi terrò aggiornati.

Anonimo ha detto...

Ok grazie

jodokust on 7 febbraio 2010 23:30 ha detto...

grazie...

korgfan ha detto...

speriamo di vedere il pdf al piu' presto!

Anonimo ha detto...

grande! ho passato un pomeriggio al negozio a provarlo e mi è sembrato davvero stupefacente, a parte le difficoltà iniziali nel settare i propri strumenti. credo che con un pò di pazienza ci si possa creare una libreria di presets personali incredibile! lo comprerò lunedi, se nel frattempo riuscissi a trovare il manuale in italiano ne sarei felice!
vintxo@hotmail.it

korg wavedrum on 19 febbraio 2010 02:36 ha detto...

ciao ragazzi! ho comprato il korg una settimana fa ovviamente istruzioni in inglese...ma la mia domanda era come avete accordato la pelle?

jodokust on 19 febbraio 2010 12:03 ha detto...

si l ho accordata la pelle, nel manuale dice che nn deve essere troppo tesa perchè il sensore superiore potrebbe deformarsi, di accordarlo in maniera precisa per evitare problemi di sbilanciamento di tensione...

sinceramente vorrei accordarlo più teso... ma non so se posso farlo....

così come l ho accordato suona meglio di come mi è stato venduto
molto molto melgio

korg wavedrum on 19 febbraio 2010 14:28 ha detto...

OK ACCORDATO ,PRIMA ERA TROPPO TESO...ma ci sono pelli di ricambio ?
ho notato ke come amplificazione per cuffia é un pelo scarso non trovate?
poi parlando x me non so voi ma c'é bisogno del manuale in itaa!

Anonimo ha detto...

La ESOUND che distribuisce il wavedrum in italia diceva che a fine gennaio sul suo sito era scaricabile il manuale in italiano in pdf. Io ci ho provato varie volte ma non ho trovato niente, provate a mandare una mail alla ESOUND chiedendo spiegazioni..per ora mi sa che sia l' unica strada.

Anonimo ha detto...

we ragazzi ma avete qualche idea su una custodia per il wavedrum?hola

Anonimo ha detto...

Per la custodia io ne ho presa una per piatti che va giusta giusta, cmq ho visto che fanno quella specifica
(http://www.thomann.de/it/korg_wavedrum_x_bag.htm).
per quanto riguarda l'accordatura ho tirato la pelle come se fosse il mio djembe, poi ho calibrato il sensore centrale che toccava la pelle portandolo un pò piu giu dalla vite che c'è sotto!
l'uscita audio è limitata dalla fabbrica, ma c'è una combinazione di tasti per portarla al doppio del volume, la spiegazione era su un foglio a parte che ho trovato insieme al manuale (ovviamente in inglese)!
vintxo@hotmail.it

Anonimo ha detto...

ciao a tutti!
ho parlato col negozio dove ho preso il wavedrum,mi hanno detto che questa settimana mi spedirà il manuale in ita!!
una domanda all'anonimo che ha scritto della combinazione di tasti per raddoppiare il volume:
1.io a parte il manuale e il foglio dei programmi e dei pcm non ho nint'altro.
2.non é ke puoi dirmi com'é?
sabato ho fatto una serata in discoteca è purtroppo sia per colpa del impianto basso e sia per il wave non ho potutto usarlo..meno male che ho sempre con me la mia vecchia scuola(conga,bongo..ecc)
hola!

Anonimo ha detto...

ciao ragazziii...sul sito della esound e possibile adesso scaricare il manuale in ita!

fabio ha detto...

Salve, ci sarebbe qualche buona anima che mi spedirebbe via mail il manuale in ita? lo ringrazio anticipatamente. ecco la mail :
fabiomario.foianini4@tin.it

jodokust on 28 febbraio 2010 18:01 ha detto...

si può scaricare liberamente...

cmq se mi dai l indirizzo te lo invio...

Anonimo ha detto...

Per JODOKUST ok ti lascio la mia mail : fabiomario.foianini4@tin.it
Ti ringrazio anticipatamente, sei molto gentile. Grazie, Fabio

fabio ha detto...

Per JODOKUST ok ti lascio la mia mail : fabiomario.foianini4@tin.it
Ti ringrazio anticipatamente, sei molto gentile. Grazie, Fabio

Posta

Anonimo ha detto...

help ragazzi..se esiste veramente,mi dite sta combinazione di tasti che porterebbe il wavedrum al doppio del volume?
hola

fabio ha detto...

Anche io non ho trovato nessun foglietto a parte che parlasse di come raddoppiare il volume del wave. C'e solo un foglio che parla dei programmi e dei suoni e basta. Caro anonimo ci potresti illustrare la combinazione dei tasti? Grazie.

Umberto on 4 marzo 2010 15:35 ha detto...

ciao a tutti sono l'anonimo che ha scritto help ragazzi..ecc..allora la combinazione di tasti per raddoppiare il volume è questa:tenere premuto bank e poi accendere il WD da li potete settare il volume girando la vaule poi salvate schiacciando write..spegnete il WD e riaccendetelo ,il programma 1 e 4 si illumineranno per qualche secondo ed ecco fatto.....l'unico problemino e che a me e penso di non essere l'unico,non funziona,ho chiamato la eko sound e un tecnico mi ha detto che bisogna aggiornare il firmware,mi ha mandato un link dell'azienda che ripara korg,da li bisogna iscriversi al sito e spiegare il problema,loro manderanno il giorno dopo un corriere a prendere il WD..da li poi lo aggiorneranno e lo rispediranno..però prima di fare tutto ciò sentite la eko se non vi funziona la combinazione di tasti.
hola a tutti

Fabio ha detto...

Caro Umberto come avevi già anticipato anche io ho provato ma non è successo niente. Grazie cmq del consiglio, ciao e a presto.

Fabio ha detto...

C'è qualcuno che ha risolto il problema del volume? E se si, come?

Umberto on 13 marzo 2010 12:01 ha detto...

ciao fabio..si io dovrei averlo risolto,c'è stato bisogno di un aggiornamento firmware,adesso l'azienda che fa assistenza tecnica korg in italia(masterservice) me lo spedisce lunedì e si vedrà..vai sul sito della master,iscriviti,e compila un modulo RMA.
ci li ci saranno tutte le spiegazioni sul da farsi..comunqe dopo averlo compilato il giorno dopo o lo stesso giorno ti arriva il corriere e dopo penso una settimana te lo rispediscono,ovviamente tutto in garanzia,senza spese di corriere o altre cose.
hola man e dimmi poi come é andata!

Fabio ha detto...

grazie Umberto, il mio problema è che l'ho acquistato negli usa in dicembre e la garanzia presumo non sia valida in italia. comunque proverò ad informarmi in merito. ciao e grazie

Fabio ha detto...

Ciao Umberto, volevo sapere se con l'aggiornamento del firmware hai potenziato l'uscita audio e risolto i problemi di larsen. Io ho scritto alla Masterservice la quale mi ha risposto che non essendo un prodotto acquistato in Italia la garanzia non è riconosciuta e che dovrei farlo a mie spese. Gli ho mandato più di una mail per sapere qanto era il costo dell'intervento ma non mi hanno mai risposto, tu hai mica idea quanto costa l'aggiornamento? Grazie anticipatamente.

Umberto on 25 marzo 2010 21:10 ha detto...

ciao fabio! allora ti dico ..il problema di volume è stato risolto nel senso che adesso esce più alto..per il larsen non so non l'ho ancora provato in live..ma penso non sia un problema regolando il volume dal mixer..ti lascio un recapito telefonico di un tecnico eko sound 340/4131951,si chiama Federico..lui penso ti sappia consigliare il dafarsi..dimmi poi come è andata.
hola umbe!

jodokust on 25 marzo 2010 21:30 ha detto...

io il problema del feedback l ho risolto abbassando la sensibilità da global... specialmente sul suono udu che uso parecchio mi fischia da morire...

io volevo chiedere info sull accordatura... quanto tea la tenete la pelle???
è un po limitante così morbida...specialmente quando uso le bacchette...
come l avete accordata?

Fabio ha detto...

Ciao Umberto, grazie per le tue indicazioni. Contatterò il tecnico e ti farò sapere come è andata, grazie ancora ciao

Fabio ha detto...

Ciao Jodokust, neanche io ho trovato ancota l' accordatura giusta sia per le mani che per le bacchette.Credo che bisogna fare tante prove prima di arrivare a quella ottimale.Ciao e a presto.

Fabio ha detto...

Ciao Umberto, ho provato a telefonare ma Federico non mi risponde mai pazienza. Volevo sapere se dopo l'aggiornamento hai avuto modo di provarlo con altri musicisti e se il problema si è risolto aggiornandolo. A presto Fabio

Umberto on 4 aprile 2010 13:48 ha detto...

ciao fabio.
prova a fare così:vai sul sito della eko e prendi il numero di tel,spiegagli il problema e digli che vorresti parlare con un tecnico.
il volume adesso del WD e ok bisogna solo un po regolarlo perche se lo usi con altri strumenti vicino i microfonini che ci sono sotto la membrana prendono anche l'altro suono..ma non è un problema enorme..holaaa!
ps:fami sapere poi come è andata.

Fabio ha detto...

Ciao Umberto, proverò a fare come mi hai detto ma prima devo aggiornare il firmware e porterò il WD di persona così parlerò direttamente con un tecnico Korg e se mi darà delle dritte utili te le comunicheò presto. Ciao e grazie per il consiglio, a presto.

FABIO ha detto...

CIAO UMBERTO, HO AGGIORNATO IL FIRMWARE DA 1.02. A 1.2 POI HO ESEGUITO QUESTA PRASSI : 1 - Tenere premuto il pulsante "BANK" ed accendere l' apparecchio.
Sul display si leggerà "set" e poi il valore (1.00 oppure 2.00).

2 - Ruotare il selettore "VALUE" fino a visionare 2.00 sul display.

3 - Tenere premuto il pulsante "BANK" e premere "WRITE" per salvare la modifica.

4 - Spengere l' apparecchio e riaccenderlo.

Quando è impostata la modalità x2, all' accensione, i led 1-4 si accendono per mezzo secondo.
IL VOLUME NON AUMENTA TANTISSIMO MA MI HA DETTO IL TECNICO KORG CHE E' IMPORTANTE DIMINUIRE LA SENSIBILITA' DEI PIEZO CIOE' AGGIUSTARE LA CALIBRAZIONE, COME NELLA CHITARRA SE IL PICK-UP E' ALTO MAGGIORE EFFETTO LARSEN IL CHITARRISTA AVRA'. PERCIO' BISOGNA FARE UN PO' DI AGGIUSTAMENTI, TU NON HAI PIU' AVUTO PROBLEMI DI FEEDBACK?
CIAO E A PRESTO...

FABIO ha detto...

CIAO JODOKUST, TI CONSIGLIO DI AGGIORNARE IL FIRMWARE E FARE LA STESSA PROCEDURA CHE HO CONSIGLIATO A UMBERTO E POI CALIBRARLO. VI CONSIGLIO SIA A TE CHE A UMBERTO DI VISITARE IL FORUM "PERCUOTIAMO" DI LELE SHADDY SGARBI DOVE SI PARLA TANTISSIMO DEL WD.FAMMI SAPERE SE HAI RISOLTO QUALCOSA...CIAO E A PRESTO.
FABIO.

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi,
mentre smanettavo con l'editing non so come avrò disattivato il sensore della pressione, qualcuno ha gia avuto lo stesso problema? Può dipendere dall'editing o è un problema di fabbricazione secondo voi? premetto che la wavedrum ha poco più di un mese ed è ancora in garanzia, e ovviamente è stata trattata con i guanti fin dal principio.
Grazie in anticipo.
saluti
gius

Andrea ha detto...

Salve,
ho acquistato da poche settimana una Wave drum e mi ha già conquistato da quando ho provato quella di un mio amico... Quel che mi chiedo è: come posso, da non vedente, a sapere a che numero mi trovo girando la manopola destra? E poi un'altra domanda, almeno per ora: mettiamo che mi trovi su uno strumento ... a volte mi succede che nonostante la pressione e il punto in cui batto e la parte della mano che uso siano sempre gli stessi, trovi difficoltà a riprodurre con regolarità una determinata nota?
Grazie,
Andrea

 

About ANR

AudioNewsRoom è, dal 2007, un magazine di tecnologie musicali, con recensioni, interviste ed interviste esclusive.
Per domande, richieste, pubblicità, contattateci via email.

Letture consigliate

ANR Time Machine

Followers